speciale
rss

Bastano pochi istanti di partita
per capire la cosa come andrà:
chi fa soltanto questo, da una vita,
in cinque, sei minuti già lo sa.

Se arriveremo subito a bersaglio
non dovremmo soffrire più di tanto:
se invece si verifica un incaglio,
lo dico fin da adesso: sarà un pianto.

Purtroppo è la seconda, che succede.
Sono corti e gagliardi, i blucerchiati,
mentre il Napoli in campo non si vede:
gli azzurri sono molli, e un po’ svagati.

Allan, un nome ch’è tutto un programma:
ed è Allan(ememammeta), in esteso.
Qui non vogliamo offendere sua mamma,
ma lui: che è diventato un grosso peso. Leggi tutto…

Grazie, Napoli. Proprio grazie tante;
lo scrivo senza un filo d’ironia.
Non vincendo nella città di Dante
ci hai donato un Natale d’armonia.

Se l’avessimo vinta, sta partita,
come tutto lasciava immaginare,
lo sai, che non sarebbe stata vita.
Non saremmo riusciti ad affrontare

con calma, questa lunga, eterna sosta.
“Forse possiamo ancora essere campioni?…”,
ed avremmo cercato la risposta
in febbrili, estenuanti discussioni.

Ci saremmo convinti che al Real,
uscito da quel cacchio di sorteggio,
gli si potrebbe fare molto mal:
“Zidane, rispetto a Sarri, è messo peggio…” Leggi tutto…

NAPOLI-TORINO 5-3

18-12-16 , categoria: Editoriale 2016-2017

Splendido, il campionato dei granata!
Fanno punti, vivendo alla giornata,
che però – ci dispiace… – non è questa.
La cosa si fa presto manifesta:

Mertens, guardando il Toro, vede nero,
e in un istante stiamo tre a zero.
E’ un Napoli da stropicciarsi gli occhi,
non perché gli avversari siano brocchi:

la squadra è corta, rapida, e non sbaglia,
con quella fascia azzurra sulla maglia
che sembra essere ormai la sua divisa.
Che cosa ci vuoi far, caro Sinisa:

che noi si giochi in casa, oppure fuori,
non c’è trippa per gatti, né per tori…
Però (Napoli bello, non lo so:
ci dev’essere sempre, nu però?) Leggi tutto…

Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS!