speciale
rss

EDY-ZIONE STRAORDINARIA

18-03-09 - categoria Mal di Gol

Era de marzo:

Dieci marzo duemilaenove: dopo aver guidato il Napoli per quattro anni e per tre serie, Edy Reja, allenatore serissimo, è stato esonerato. Sarebbe ingeneroso, oltre che falso, dire che non ne sentiremo la mancanza.
A te, Edy, napoletano del Friuli, ilnapoli.it invia questo saluto, ispirato alle note (ed ai versi)
dell’immortale “Era de maggio” di Costa e Di Giacomo.

ERA DI MARZO (in napoletano)

Era de marzo,
e Aurelio cu’ Marino
‘even’a prenne decisione grosse:
‘o fallimento steva assaje vicino,
s’avvicinav’ o crollo a granne passe….

Era de marzo,
io no, nun me ne scordo,
sta canzone cantajeno a doje voce:
“Reja, mo’ basta; n’ato saglie a bordo”,
e t’anno fatto scennere d’a croce…

Edy Reja, core core,
core mio, luntano vaje,
tu ce lasse, e che dulore,
pecchè chiù nun tornarraje!

Edy, grazie: int’a stu viaggio
poche spine, e tanti rrose:
tornarranno ‘e risultate,
ma però nun tuorne tu!

ERA DI MARZO (in italiano)

Era di marzo,
e Aurelio (con Marino)
dovette prender decisioni grosse:
il fallimento c’era ormai vicino,
s’avvicinava il crollo a grandi passi…

Era di marzo,
io no, non me ne scordo,
la canzone cantarono a due voci:
“Reja, mò basta. Un altro sale a bordo”,
e ti hanno fatto scender dalla croce…

Edy Reja, core core,
core mio, lontano vai:
tu ci lasci, ed è un dolore,
perché più non tornerai.

Edy, grazie: fu un bel viaggio,
poche spine e tante rose:
torneranno i risultati,
sì, però non torni tu!

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=ojh-FwDovJQ[/youtube]

Tags: , , , , , , ,

Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS!