speciale
rss

Dopo la lunga serie di pareggi
-i soliti difetti, e scarsi i pregi –
s’aspettava qualcosa di diverso.
E c’è stato: stavolta abbiamo perso.
Jeda c’infila subito, in partenza.
E va bene: bisogna aver pazienza,
e quello noi, purtroppo, ce l’abbiamo.
No, Donadoni, ancora non ci siamo.
Il Napoli (un somaro!) trotterella,
forse sperando nella buona stella:
meno male che in porta con i ciucci
a Cagliari ha esordito Luca Bucci,
che pure se giocasse col catarro
è sempre molto meglio di Navarro.
Lavezzi e Blasi non fanno pertosi:
gli isolani discendono, furiosi,
e spesso, ad evitare il loro affondo,
va Santacroce, all’ultimo secondo.
Marekiaro: se non vuoi più restare,
dillo, e la società ti lasci andare.
La tua impudenza ha superato il bordo:
uno slovacco c(i)eco, zoppo e sordo!
Nella ripresa il Napoli è più sveglio:
la palla gira un pochettino meglio,
e il pareggio è nell’aria, te l’aspetti:
ma su Lavezzi salverà Marchetti.
Il calcio, è noto, ha la memoria corta:
sulla rimessa, il Cagliari va in porta.
Festeggia il Sant’Elia gli undici eroi.
Ma i Lazzari, non eravamo noi?

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=7CgEB7Y5LQA[/youtube]

Tags: , , , , , , , ,

Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS!