speciale
rss

Cucù-settete, in sei/sette minuti:
Hamsik-Insigne, e ciao, tanti saluti.
(Marek, è noto, sulla maglia mette
un numero formato da 1 e 7).
Il sette è sacro, oggi come ieri:
i magnifici sette pistoleri,
i sette contro Tebe, i sette saggi:
e nell’antichità, mete di viaggi
le sette meraviglie di quel mondo.
Sette è un numero magico, profondo,
che conta molto, nella storia umana:
son sette i giorni della settimana,
e nell’ultimo Dio si riposò.Lui l’ha potuto fare, ma noi no:
Napoli, se ti fermi, dopo crolli.
Sette sono i colori, e sette i colli:
ma i nani non son sette, sono tre.
C’è Driesolo, Lorenzolo, e poi c’è
Josè-Marìolo: per dir meglio, c’era,
perché l’han messo fuori, questa sera.
Non si son risparmiati la vergogna,
sul campo, i giocatori del Bologna:
sette sono i peccati capitali,
e i loro resteranno negli annali,
perchè hanno fatto una figura magra.
Sette i gol, come sette sono i chakra:
si ritrova, l’allegro Donadoni,
un bel sette nel fondo dei calzoni!

Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS!